• 07 AGO 18
    • 0
    Stanchezza? Spossatezza? Alcuni consigli della dottoressa Graziella

    Stanchezza? Spossatezza? Alcuni consigli della dottoressa Graziella

    La stanchezza, che può facilmente comparire in estate, è dovuta a diversi fattori legati  alle elevate temperature ambientali specie se accompagnate da alti tassi di umidità.

    L’organismo deve mantenere costante la propria temperatura interna intorno a 36-37°C, per permettere a tutte le reazioni biochimiche e ai meccanismi fisiologici essenziali per la vita di avvenire in modo ottimale.

    Per attuare questa termoregolazione naturale, il corpo utilizza diverse strategie: i vasi sanguigni si dilatano per permettere una maggiore dispersione del calore interno e ciò comporta una riduzione della pressione arteriosa che provoca stanchezza e spossatezza.

    Inoltre si suda e attraverso il sudore vengono persi acqua e sali minerali come il potassio e il magnesio preziosi per l’efficienza dell’organismo generando stanchezza muscolare e difficoltà di concentrazione.

    A rischiare maggiormente la disidratazione e i suoi effetti più severi sono soprattutto gli anziani, i bambini nei primi anni di vita, chi soffre di diabete o di malattie renali e le persone che devono assumere farmaci diuretici per la cura di patologie specifiche (ipertensione, scompenso cardiaco ecc.).

    Per contrastare stanchezza e disidratazione è necessario consumare cibi ricchi di acqua, sali minerali e vitamine come frutta e verdura,  pesce e legumi per ottenere la giusta quota di proteine nobili e  ulteriori sali minerali, cereali preferibilmente integrali.

    Per affrontare periodi di affaticamento fisico e mentale è utile ricorrere a dei ricostituenti naturali e bilanciati a  base di guaranà, ginseng, ginkgo biloba, pappa reale ed eleuterococco.

    Per ulteriori informazioni non esitate a rivolgervi presso il banco della nostra Farmacia!

    Leave a reply →

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.

Photostream